ALIMENTAZIONE POST- VACANZE
Consigli dell’Accademia Bioolos di Roma per rimettersi in forma al ritorno delle ferie estive

Le vacanze estive sono ormai giunte a termine e stiamo rientrando pian piano alla routine di tutti i giorni. C’é chi si è goduto le vacanze al mare e chi in montagna, chi ha trascorso le giornate con amici e parenti davanti a tavolate ricche di cibarie varie, chi si è rilassato al lago e chi ha fatto escursioni tutto il giorno.
Insomma, ognuno di noi ha deciso di godersi il relax dopo un anno di lavoro e responsabilità.

Curare la propria alimentazione in estate è estremamente difficile, soprattutto se si pensa che questa è la stagione degli incontri, dei pranzi fuori casa e delle grigliate in giardino, occasioni per rivedere amici d’infanzia e parenti ai quali non si può dire di NO!
Cosi si rientra a casa con la nostalgia della stagione appena conclusa e con qualche chiletto in più che bisogna smaltire il prima possibile.

Ma come facciamo a ritornare alle nostre sane abitudini alimentari e rimettersi sulla giusta carreggiata?

Ecco alcuni consigli per rimettermi in forma dopo l’estate.

RISPETTIAMO L’ORARIO E IL NUMERO DEI PASTI: riprendere a mangiare correttamente significa rispettare il numero dei pasti ,ossia 5 pasti giornalieri.
Estremamente importanti sono gli spuntini: questi ci permettono di arrivare ai pasti principali (pranzo e cena) non affamati e a controllare la sazietà per tutto il resto della giornata.
Scegliete per gli spuntini frutta di stagione ricca di antiossidanti, fibra alimentare, vitamine e sali minerali che contrastano l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e dell’insorgenza di patologie, e che ci aiutano a rafforzare le nostre difese e migliorano la funzionalità dei nostri apparati.

LA COLAZIONE PASTO IMPORTANTE DELLA GIORNATA: è il pasto più importante che ricarica il corpo di energia dopo la notte appena trascorsa.
Scegliamo prodotti integrali come fette biscottate e pane, ricchi di fibra alimentare che aiuta a regolarizzare il nostro intestino, andando a rimuovere le sostanze tossiche dalle pareti intestinali.
La fibra alimentare ci aiuta a raggiungere la sazietà e a contrastare l’aumento della glicemia che si manifesta, normalmente, dopo il consumo di zuccheri; in questo caso si ha una migliore risposta ormonale che riduce la formazione del grasso, reazione fisiologica che si manifesta subito dopo un pasto ricco di zuccheri. In questo modo riusciremo a ridurre gli accumuli di grasso ai quali siamo geneticamente predisposti e ne favoriremo la loro mobilizzazione.
Accompagniamo il tutto ad uno yogurt magro o ad un bicchiere di latte e arricchiamo le nostre fette biscottate con un cucchiaio di marmellata 100% frutta.

NON SALTARE I PASTI: se pensiamo di saltare il pranzo perchè abbiamo mangiato troppo nelle settimane precedenti commettiamo un grosso errore!
I nostri geni sono impostati sul risparmio per contrastare la carestia alimentare: se pensiamo di ridurre le calorie, per riuscire a buttare giù i chili presi durante l’estate in poco tempo, andiamo ad attivare un circolo vizioso; il nostro organismo farà un grande rifornimento ogni volta che ne avrà la disponibilità e questo anziché aiutarci a ridurre il tessuto adiposo lo aumentà di conseguenza.
Per cui scegliete a pranzo e a cena cereali integrali (farro, orzo, quinoa, avena e riso), pesce azzurro e contorni di verdure di stagione cotte e/o crude.
Preparate dei piatti completi che apportano tutte le sostanze necessarie al nostro organismo e che renderanno più piacevole e gustoso il pasto.

RIDUCIAMO IL CONSUMO DI SALE, GRASSI SATURI E ALCOOL: orientiamo la nostra scelta su alimenti freschi e di stagione, poco lavorati e trattati anche perchè ne abbiamo fatto il pienone durante le vacanze estive!
Alimenti lavorati e trattati sono ricchi di sale, che aumentano la ritenzione idrica nel nostro organismo, responsabile poi di inestetismi quali cellullite e patologie come l’ipertensione.
Quando eccediamo con il consumo di sale le nostre cellule subiscono una disidratazione, l’acqua tenderà ad uscire all’esterno e questo aumenta il volume del liquido extracellulare ( quantitativo di acqua che circonda le cellule). Se questa condizione si protrae nel tempo a risentirne saranno anche i vasi sanguigni che non riusciranno più a svolgere normalmente la funzione nutriva verso i nostri tessuti.
Per questo motivo incrementiamo il consumo di alimenti freschi e riduciamo il consumo di prodotti lavorati, per dare il tempo al nostro corpo di disintossicarsi attraverso l’azione benefica di quelle sostanze protettive e curative che troviamo nella frutta fresca, frutta secca, pesce azzurro e olio extravergine d’oliva.


BERE TUTTI I GIORNI 2 LITRI DI ACQUA: se vogliamo depurare il nostro corpo dalle scorie e dalle tossine che si sono accumulate dobbiamo idratarlo con la giusta quantità di acqua.
In estate si perdono sali minerali con l’aumento della sudorazione e della traspirazione e per questo motivo dobbiamo provvedere tutti i giorni ad idratarlo.
L’acqua è la molecola fondamentale per la funzionalità di tutti i nostri organi, se manca l’acqua le nostre cellule invecchiano e non riescono a funzionare correttamente.
Per chi non riuscisse a raggiungere quotidiamente tale quantitativo di acqua si può consigliare di utilizzare delle tisane diluite: centella, ippocastano, betulla, melissa, mirtillo, uva rossa hanno un’azione drenante e migliorano la funzionalità del microcircolo ed allo stesso tempo rendono l’acqua da bere “più gustosa”. Un rimedio per chi non riesce a soddisfare il fabbisogno idrico.

RIPRENDI A FARE MOVIMENTO: uno stile di vita attivo migliora la funzionalità del nostro sistema respiratorio e cardio-circolatorio aumentando cosi il nostro metabolismo, questo ci permetterà di consumare più energia e smaltire il grasso in eccesso.
Bastano 30 minuti di passeggiata veloce tutti i giorni per riattivare i nostri sistemi e migliorare l’attività dei nostri organi.

 

Dott.ssa Pamela Cardace
Biologo-Nutrizionista
Docente di Alimentazione e Nutrizione
Presso Scuola di Estetica Roma Bioolos

 

 

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.